Area Clienti

Banca Capasso Antonio

Meteo Link amici

Francigena del Sud – Da Alife a Solopaca

Lunghezza: 31,6km
Difficoltà: Alta
Dislivello totale: Salita 466m / Discesa 430m

Giornata abbastanza lunga. Il percorso è vario, ma tutto su asfalto (a parte brevi tratti su sterrato). Nella seconda metà della giornata si attraversa l’interessante zona archeologica di Telese Vecchia e poi la cittadina di Telese Terme. Prima si incontrano solo isolate case e un bar poco dopo il torrente Titerno. Quindi, come accade spesso in questo pellegrinaggio, meglio partire riforniti.

Usciti dalla cerchia muraria di Alife passare di fianco alla piazza del Municipio percorrendo tutta via Caduti sul Lavoro. Arrivati a una rotonda proseguire dritti su via ponte di Meola (SP 69) e dopo 500m svoltare a sinistra su via Campisi (SP 151). Questa successivamente prende il nome di via Totari e passa attraverso la località Totari, salendo leggermente. Ancora più avanti, incontrati dei segnali di interruzione della strada, proseguire dritti perché a piedi è possibile passare tranquillamente: c’è una piccola frana che non permette il transito alle auto, che devono fare un altro giro ( che in alternativa si può comunque fare anche a piedi, si allunga di soli 100metri). Arrivati al santuario della Madonna del Bagno è possibile fare una sosta, si trovano acqua e panchine. Riprendendo il cammino, svoltare alla prima a destra, via Colle Caselle, pochi metri dopo la chiesa (di fianco c’è una piccola fabbrica di corde). Percorso quasi 1 km e fatto un tratto di strada in discesa, tenere la sinistra sulla strada che passa sotto gli alberi, risalendo leggermente su asfalto (a destra del bivio c’è una casa). Dopo altri 800m, arrivati a bivio a T, svoltare a destra. Ai bivi successivi tenere sempre la sinistra fino ad uscire sulla SP 69-2: si svolta a sinistra e poi subito alla prima a destra. Tenere la destra al bivio successivo continuando in direzione sud. Più avanti, sulla sinistra, si vede una casa a poco dopo, all’incrocio, svoltare a sinistra (a destra c’è una strada privata). Proseguendo in leggere discesa la strada passa sopra un torrente; al bivio seguente tenere la sinistra e poco dopo la destra (si resta in pratica sulla strada principale). Infine, dopo altri 300m, prendere a destra in discesa verso un nucleo di case. La strada risale subito, arrivando su via Macchia: svoltare a sinistra e proseguire per 350m. Prendere a destra la strada di fianco ad una villetta bianca con portico fino ad uscire sulla SP 84. Dopo aver svoltato a sinistra proseguire fino ad attraversare il torrente Titerno. Dopo 400m svoltare a sinistra sulla larga strada comunale Marafi (poco prima c’è un bar e all’incrocio un negozio di alimentari che fa panini). Si passa di fianco ad una pista di kart e al bivio successivo si tiene la sinistra su strada più tranquilla, che passa in una borgata, piega a destra e all’uscita (a destra c’è un distributore di benzina) si attraversa imboccando la strada comunale Chiuso-Marasi. Poco più avanti al bivio con edicola votiva, tenere la sinistra; la strada comincia a salire e 500m dopo si svolta ancora a sinistra (contrada Case San Manno) Ora non resta che proseguire sempre dritti, anche al bivio con un capannone a sinistra: ancora dritti su via Corte Nocera, costeggiando poco dopo una zona boschiva che rimarrà sempre a destra. In fondo, dopo 1,5 km, svoltare a sinistra su un piccolo marciapiede, dirigendosi verso le prime case di San Salvatore Telesino. Dopo 300m prendere a destra via San Leucio (direzione autostrada e ss372) proseguendo dritto all’incrocio successivo e inoltrandosi nella campagna. In fondo la strada piega a sinistra (dritti c’è il terrapieno dell SS 372) e poco più avanti si svolta a destra, sottopassando la SS. Seguire la strada quando piega a sinistra ma subito dopo, dove piega a destra, andare dritti passando sopra un canale fino ad ad arrivare agli scavi dell’anfiteatro della Telese Romana, che vediamo a destra. Proseguendo ancora dritti il percorso diventa sterrato, passando tra vecchi muri romani invasi dalle piante. Dopo 200m svoltare a sinistra su una stretta stradina asfaltata, che esce poco più avanti su una più larga. Attraversatela, continuare sulla strada di fronte, seguendo le indicazioni ACQUEDOTTO ROMANO e RIO GRASSANO. Siamo in contrada Purgatorio. Infine si arriva nei pressi del Parco Fluviale del fiume Grassano. Senza entrarvi, svoltare a destra prima dell’ingresso al parco, fiancheggiandone il recinto tenendolo a sinistra; in fondo prendere a sinistra, proseguendo con un canale a sinistra. Alla fine incrociata via Lagni, attraversarla e, tagliando una piccola scarpata, passare sulla stradina di sotto. Piegare a sinistra, poi a destra, arrivando sulla passeggiata pedonale che fiancheggia il cristallino rio Grassano. Si cammina tenendo sulla sinistra, fino ad uscire su via Roma (SP 87), svoltando a sinistra. Attraversare la periferia di Telese Terme. Dopo quasi 1 km, all’altezza del civico 59, svoltare a destra su via Turistica del Lago, passare sopra la ferrovia e svoltare a sinistra, arrivando al lago di Telese. Lo si costeggia tenendolo sulla sinistra svoltando poi a destra verso il ponte sul torrente Calore; attraversarlo e proseguire verso Solopaca in salita. Al termine della strada svoltare a sinistra e pochi metri dopo a destra, imboccare via Sannitica che sale a Solopaca, fino a giungere nella centrale piazza Vittoria.

(da La via Francigena del Sud – Da Roma ai porti d’imbarco per la Terra Santa – Terre di mezzo Editore )

Sito ottimizzato per i browser IE versione 9 e successive, Firefox, Google Chrome, Safari e Opera
HTML5 Powered with CSS3 / Styling, and Semantics

CSS Valido!